La città di Terni, come scrive Francesco Angeloni nella Historia di Terni, era suddivisa in sei rioni.

1- RIONE DI SOTTO O DE SUBTUS

Il nome deriva dal fatto che questo rione si estendeva nella parte “bassa” della città, da porta Romana fino all’asse dell’attuale Via Aminale – Via Barbarasa, quello che oggi chiamiamo quartiere Duomo.

2- RIONE RIGONI

Questo rione era delimitato a nord da quello che era l’antico Decumano della città romana, Via Cavour – Via Garibaldi, mentre a sud confinava con il rione di Sotto.

3- RIONE AMENGONI

Si estendeva da Porta Sant’Angelo fino a Piazza della Repubblica: i confini erano Via Cavour, Corso Vecchio fino all’angolo con Via del Tribunale, e da quest’ultima fino ad arrivare alla chiesa di San Francesco.

4- RIONE FABRI (DEI FABBRI)

Il nome deriva dalle attività artigianali presenti in questo rione. L’attuale chiesa di San Pietro anticamente veniva chiama San Pietro de Fabri proprio perché era situata in questo rione, compreso tra Via Garibaldi, Corso Vecchio e Via dell’Ospedale.

5- RIONE CASTELLO

Forse il più piccolo dei rioni, si trovava nell’estremo nord-est della città. Comprendeva Porta San Giovanni, l’accesso orientale all’antica Interamna.

6- RIONE ADULTRINI

Si estendeva da Porta Spoletina fino all’incrocio tra Via del Tribunale e Corso Vecchio fino ad arrivare a San Francesco. Le mura cittadine segnavano il confine occidentale del rione.

Ti potrebbe interessare....

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.